ANGIOLOGIA

Home / ANGIOLOGIA

Per visita specialistica Angiologica o Vascolare si intende lo studio da parte del medico specialista dei due settori della circolazione: arterioso e venoso. Lo scopo della visita è quello di curare una patologia già evidente ma anche quello di prevenire potenziali complicazioni, anche fatali, di una malattia vascolare non ancora evidente.

Presso il Centro Morrone è attivo un ambulatorio dove è possibile avere una consulenza specialistica Angiologica.

La visita consiste nel raccogliere l’anamnesi, cioè la storia clinica del paziente, col duplice intento di individuare la presenza di fattori di rischio (ipertensione, colesterolo, fumo, familiarità, diabete, ecc..) in grado di determinare un danno vascolare ed evidenziare la presenza di sintomi caratteristici di patologia.

L’angiologo esegue: l’esame fisico dei distretti corporei di maggior interesse mediante palpazione delle sedi arteriose più accessibili; auscultazione con il fonendoscopio; esame ecocolordoppler vascolare.

L’auscultazione permette di evidenziare la presenza di rumori anomali, i cosiddetti “soffi vascolari”, che indicano un restringimento del vaso o una sua anomalia di decorso. A livello venoso, l’esame del paziente viene condotto anche in posizione eretta e consente di mettere in evidenza la presenza di varici manifeste o anomale zone di arrossamento ed edema cutaneo in presenza di un processo infiammatorio della parete venosa (flebite).

L’ecocolordoppler vascolare permette la visualizzazione ecografica dei principali vasi sanguigni e lo studio del flusso ematico al loro interno. I vasi studiati con la metodica ecocolordoppler sono le carotidi e le vertebrali; le arterie e le vene delle gambe, i grossi vasi arteriosi e venosi dell’addome, le arterie e le vene degli arti superiori, il cuore e tutte le arterie che da esso partono. Parte importante e fondamentale per l’accuratezza dell’esame è il “color” o colore che permette di valutare la direzione del flusso ematico e di valutarne le eventuali anormalità, dovute ad alterazioni del normale decorso (vasi angolati, riduzioni di lume, presenza di placche stenosanti).