GASTROENTEROLOGIA

Home / GASTROENTEROLOGIA

GASTROENTEROLOGIA (VISITA-PREVENZIONE-FOLLOW UP)

Presso il Centro Morrone è attivo un ambulatorio specialistico di gastroenterologia clinica ed endoscopia digestiva, dove è possibile effettuare:

– Visite specialistiche gastroenterologi che per l’inquadramento clinico, la diagnosi e la terapia delle malattie dell’apparato digerente sia superiore (malattie dell’esofago, stomaco e duodeno) che inferiore (malattie del tenue e del colon).

– Endoscopia digestiva sia del digerente superiore (esofagogastroduodenoscopia) che del colon (pan colonscopia ed esplorazione dell’ultima ansa del tenue); in entrambi i casi è possibile effettuare prelievi bioptici per la diagnosi rapida dell’infezione da Helicobacter Pylori (test rapido all’ureasi); Per la diagnosi ed il follow-up della gastropatia cronica per la prevenzione dei tumori gastrici; biopsie duodenali per l’accertamento dell’intolleranza al glutine; biopsie del colon per la diagnostica della malattie infiammatorie intestinali (retto colite ulcerosa, Morbo di Chron, colite microscopica); screening per la prevenzione e la diagnostica del cancro del colon-retto nei pazienti con familiarità per cancro del colon e/o poliposi familiare, con positività per ricerca sangue occulto nelle feci in corso di screening, con pregresse resezioni del colon per la diagnosi e la prevenzione di eventuali recidive del cancro colo-rettale.

Le suddette indagini endoscopiche possono essere effettuate sia con sedazione superficiali che con sedazione profonda nel caso il/la paziente lo richieda, specie per casi già noti di dolico colon particolarmente tortuoso oppure per sindromi aderenziali da pregressa chirurgia addomino-pelvica (interventi chirurgici in urgenza per pregresse peritoniti, parti cesarei, isterectomie ecc.).
Nel caso della sedazione profonda, previa esecuzione di indagini preliminari richieste dall’anestesista, il paziente viene assistito dal suddetto specialista per tutta la durata dell’endoscopia con il monitoraggio di tutti i parametri vitali (pressione arteriosa, attività cardiaca e respiratoria) e per un tempo sufficiente dopo l’esecuzione dell’indagine stessa, prima di poter far rientro al proprio domicilio.

Per la diagnostica delle malattie dell’apparato digerente l’ambulatorio si avvale della collaborazione di vari reparti e specialisti presenti nel Centro:

La Radiologia per tutte le ecografie e le radiografie concernenti le malattie dell’apparato digerente, in particolare è possibile effettuare Colangio-RM e TC, con e senza contrasto, con apparecchi di ultima generazione per la diagnostica delle malattie della colecisti, vie biliari e pancreas;

La Colon-TC (cosiddetta Colonscopia virtuale) per la diagnosi delle poliposi o tumori del colon nei casi in cui la colonscopia non sia stata del tutto diagnostica (scarsa toilette intestinale, mancato raggiungimento del cieco in colon particolarmente difficoltosi), oppure per il follow-up dei pazienti con anamnesi personale e/o familiare positiva per poliposi e/o tumori del colon o in coloro i quali hanno già subito una pregressa colectomia;

Il laboratorio di analisi oltre a praticare tutte le indagini sierologiche di routine, pratica anche indagini per evidenziare una eventuale predisposizione all’intolleranza al glutine su base genetica e tutti i breath test (indagine sul respiro) per evidenziare l’infezione da Helicobacter Pylori specie in soggetti molti giovani nei quali è possibile evitare l’esofagogastroduodenoscopia, per dimostrare un’eventuale intolleranza al lattosio e per la sindrome da infezione del tenua (SIBO).

(ESOFAGOGASTRODUODENOSCOPIA)

E’ un esame diagnostico che si esegue introducendo delicatamente una sonda attraverso la bocca, sino a raggiungere la cavità gastrica e il duodeno. Questo tipo di esame consente di esplorare con visione diretta dall’interno l’esofago, lo stomaco ed il duodeno, di visualizzare la mucosa e i tessuti, di valutare la loro elasticità, il loro decorso ed i loro contenuti.

Lo strumento utilizzato per questo specifico esame è comunemente chiamato Gastroscopio, esso è composto da una sonda estremamente flessibile dal diametro di circa 1cm. Alla sua sommità è posizionata una piccola telecamera, alla quale arriva una luce trasmessa da una fonte luminosa dello stesso strumento.

Inoltre è dotato di alcuni sottili canali interni, che servono all’aspirazione di aria e liquidi, all’insufflazione di aria, all’introduzione di pinze bioptiche, ed al lavaggio della lente. Il gastroscopio trasmette il segnale della telecamera ad un video processore, che lo elabora e lo riproduce sotto forma di immagini su di un monitor. Una volta che lo strumento sarà introdotto in bocca, insufflando aria, dovrà passare attraverso la faringe, lo sfintere esofageo superiore, l’esofago, lo sfintere esofageo inferiore, lo stomaco, il piloro ed il duodeno.

Durante l’esame il paziente potrebbe avvertire un senso di fastidio, la cui durata è solitamente breve. E’ consigliabile ed importante per il paziente durante l’esame, di mantenere un atteggiamento rilassato, respirando lentamente e profondamente; ciò lo aiuterà a controllare l’eventuale sensazione di vomito e consentirà al medico di portare a termine la procedura più rapidamente. Tuttavia, per tale esame si può ricorrere anche all’aiuto di una sedazione superficiale o profonda, effettuata da un medico anestesista.

COLONSCOPIA

E’ un esame endoscopico che permette di esplorare dall’interno la parte inferiore del tubo digerente costituito da: Retto, Sigma, Colon Discendente, Colon Traverso, Colon Acendente e Cieco. Si esegue introducendo delicatamente una sonda attraverso l’ano.

Lo strumento utilizzato per questo specifico esame è comunemente chiamato Colonscopio, esso è composto da una sonda estremamente flessibile. Alla sua sommità è posizionata una piccola telecamera, alla quale arriva una luce trasmessa da una fonte luminosa dello stesso strumento. Inoltre è dotato di più canali interni, che servono all’aspirazione di aria e liquidi, all’insufflazione di aria, all’introduzione di pinze bioptiche, ed al lavaggio della lente.

Il Colonoscopio trasmette il segnale della telecamera ad un video processore, che lo elabora e lo riproduce sotto forma di immagini su di un monitor. Questo esame richiede un’attenta preparazione costituita da un’opportuna dieta alimentare e dall’utilizzo di farmaci lassativi per la pulizia del colon.

La colonscopia è una tipologia di esame invasivo, dove il paziente può avvertire dei fastidi determinati dalla distensione delle pareti dell’intestino, in seguito all’introduzione di aria da parte dello strumento, ma può divenire ben tollerato dai pazienti grazie al ricorso di una sedazione leggera, con farmaci iniettati generalmente per via endovenosa, oppure profonda con l’assistenza di un medico anestesista per tutta la durata dell’esame.

Grazie all’utilizzo della sedazione infatti, l’esame può divenire parzialmente o quasi del tutto indolore, permettendo al medico specialista di esaminare con accuratezza le pareti del colon orientando l’endoscopio a seconda delle esigenze.