LABORATORIO

Home / LABORATORIO

La Medicina di Laboratorio

La medicina di laboratorio studia, con metodi chimici, fisici e biologici, le alterazioni dell’organismo dello stato di malattia, ricavando da campioni biologici provenienti dal paziente, dati qualitativi e/o quantitativi numerici, che consentono di ottenere informazioni utili a scopo diagnostico terapeutico e riabilitativo. La medicina di laboratorio assume oggi importanza anche ai fini preventivi.

Standard di efficienza diagnostica

Il laboratorio di analisi cliniche del CENTRO MORRONE garantisce i propri standard di efficienza diagnostica attraverso controlli di qualità interni ed esterni. Quelli interni monitorano in tempo reale l’attendibilità analitica dei risultati. Un programma di valutazione esterna di qualità (VEC) verifica invece l’accuratezza dei risultati e il confronto con altre metodiche di analisi.

Esami – Informazioni generali

Per eseguire il prelievo è necessario essere a digiuno da almeno 8-10 ore.

Possono solo essere assunte modiche quantità di acqua.

Per non rendere inattendibili numerose determinazioni ematochimiche, devono essere assolutamente escluse bevande zuccherate, alcolici, caffè e fumo. L’attività fisica può influenzare la concentrazione di alcuni componenti sierici, pertanto si consiglia di evitare sforzi nei giorni precedenti il prelievo. Per esami volti a monitorare terapie farmacologiche è consigliabile eseguire il prelievo sempre dopo l’assunzione della stessa dose di farmaco. Gli esami batteriologici non possono essere eseguiti se è in corso una terapia antibiotica, bensì dopo sospensione della terapia da almeno 5 giorni. Per la corretta preparazione ad alcuni test diagnostici le istruzioni sono segnalate dal personale.

Gli Esami di Laboratorio sono così suddivisi:

  • Esami di Chimica Clinica
  • Esami Tossicologici
  • Esami di Biologia Molecolare
  • Esami Microbiologici e Sieroimmunologici
  • Esami di Ematologia e Coagulazione
  • Esami Citologici ed Istologici
  • Esami di Genetica

CHIMICA CLINICA

La chimica clinica, o biochimica clinica, è un ramo della medicina di laboratorio che si occupa dello studio delle alterazioni biochimiche di natura patologica e dell’applicazione di tecniche analitiche chimico-strumentali ed immunochimiche per effettuare determinazioni diagnostiche o di routine sui liquidi biologici, con lo scopo di effettuare una diagnosi chiara e precisa. Esistono metodiche di laboratorio particolarmente accurate per la determinazione di specifiche classi di parametri analitici.

Nel referto delle indagini di chimica clinica vengono indicati:

  • Metodica Utilizzata
  • Parametro oggetto della misura
  • Unità di misura utilizzata

I valori ricavati vengono comparati con gli intervalli di valori ritenuti fisiologici per permettere al medico curante di formulare una diagnosi.

TOSSICOLOGIA

Gli esami tossicologici studiano le sostanze che sviluppano azione tossica sull’organismo quali:

metalli, farmaci e droghe d’abuso.

Alcune di queste sostanze sono utilizzate come indicatori di esposizione nell’attività lavorativa.

 

BIOLOGIA MOLECOLARE

Gli esami di biologia molecolare hanno il compito di studiare i meccanismi molecolari alla base della fisiologia di tutti gli esseri viventi. In particolare si concentra sulle interazioni tra le proteine e gli acidi nucleici (DNA-RNA) consentendone la rilevazione, l’analisi, l’amplificazione (PCR). Le metodiche di biologia molecolare possono essere applicate con successo in molteplici settori diagnostici quali: ricerca mutazioni per malattie genetiche, determinazione RNA/DNA virale o batterico in una fase molto precoce dell’infezione prima che si manifestano i sintomi. In molti casi, accanto all’analisi qualitativa che determina il tipo di Virus o Batterio contratto, viene eseguita anche la genotipizzazione ( indicazione di quale dei tanti sottotipi di quel determinato virus o batterio si tratta) e l’analisi di tipo quantitativa che dà informazioni sul livello di avanzamento dell’infezione. Queste tecniche, inoltre, permettono di individuare con estrema certezza le patologie la cui predizione rappresenta l’unico mezzo terapeutico.

 

MICROBIOLOGIA E SIEROIMMUNOLOGIA

Le analisi Microbiologiche forniscono sostanziale supporto alla diagnosi e al trattamento delle patologie da infezioni causate da batteri,virus e miceti. Vengono effettati esami microscopici e colturali diretti alla dimostrazione della presenza di agenti patogeni in materiali biologici vari. Viene eseguita l’identificazioni di ceppi batterici ed il saggio di sensibilità ai chemioantibiotici.
La Sieroimmunologia comprende una serie di esami relativi al dosaggio di anticorpi e al dosaggio di altri componenti del sistema immunitario. Permette di verificare se c’è stato un contatto con virus o batteri, ma anche se sono presenti malattie reumatologiche.

 

EMATOLOGIA E COAGULAZIONE

L’ematologia si occupa dello studio, della fisiologia e della patologia del sangue e degli organi che compongono il sistema emopoietico. Consente di valutare le alterazioni delle cellule del sangue, le anemie, le variazioni leucocitarie nelle malattie infiammatorie ed infettive, le alterazioni numeriche delle piastrine.

La coagulazione comprende analisi di laboratorio utili per monitorare l’attività di coagulazione del sangue, cioè i processi di arresto di una emorragia che si innesca a causa di una ferita più o meno grave. I test di coagulazione vengono consigliati dal medico quando una persona deve sottoporsi ad un intervento chirurgico oppure per controllare la terapia anticoagulante in seguito a malattie riconducibili ad un’alterata coagulazione del sangue o per diagnosticare malattie legate alle piastrine o ai fattori di coagulazione.

 

CITOISTOPATOLOGIA

Gli esami di citoistopatologia permettono di valutare l’analisi della cellula determinandone i costituenti attraverso la colorazione specifica del campione, finalizzata alla messa in evidenza di alterazioni associabili a patologie di tipo infiammatorio o neoplastiche, infezioni virali o batteriche.

 

GENETICA MEDICA

Gli esami di Genetica forniscono il supporto diagnostico necessario per determinare la causa delle patologie a componente familiare. Questo tipo di esami permettono di avere un inquadramento diagnostico e preventivo delle malattie genetiche costituzionali e acquisite nonché l’identificazione di anomalie costituzionali ereditabili. I test genetici sono analisi con caratteristiche peculiari. Il risultato di un test genetico è immutabile, è strettamente legato all’individualità biologica dell’individuo, del suo nucleo di origine e discendenza.