OTORINOLARINGOIATRA

Home / OTORINOLARINGOIATRA

Presso il Centro Morrone è attivo un ambulatorio specialistico dove è possibile eseguire una visita otorinolaringoiatrica ed esami audiometrici tonali e impedenzometrici.

La visita otorinolaringoiatrica è l’esame specialistico che ha l’obiettivo di analizzare lo stato di salute e di individuare eventuali anomalie a carico di orecchie, naso e gola, che pur essendo ben distinti l’uno dall’altro, sono spesso funzionalmente correlati e possono presentare patologie associate come infiammazioni, infezioni e tumori.

Nel dettaglio:

  • OTO: riguarda l’orecchio e tutte le patologie ad esso correlate (orecchio esterno, medio e interno). Durante la visita é valutabile l’orecchio esterno e parzialmente l’orecchio medio. Per valutare le anomalie dell’orecchio interno, lo specialista si avvale invece di indagini specifiche (esami strumentali).
  • RINO: valuta sia il naso che il rinofaringe con tutte le patologie ad esso correlate (flogistiche, infettive o neoplastiche).
  • FARINGO: riguarda la valutazione del cavo orale per quanto riguarda la lingua, la mucosa orale e il distretto tonsillare;
  • LARINGE: oltre alla ricerca di patologie flogistiche, infettive o neoplastiche, si ricercano i segni di deficit di funzione sia fonatoria che deglutitoria.

 

ESAME AUDIOMETRICO TONALE E IMPEDENZOMETRICO

L’esame audiometrico tonale, associato ad un esame impedenzometrico, è in grado di fornire allo specialista numerose informazioni riguardo allo stato di salute e alla funzionalità dell’orecchio, in particolare permette di valutare l’elasticità del timpano e della catena di ossicini responsabili della funzione dell’udito. Si tratta di un esame assolutamente non invasivo condotto utilizzando delle cuffie che emettono segnali sonori.

Questo tipo di esame permette di quantificare la perdita uditiva, ma permette anche, se associato all’esame impedenzometrico, di comprendere i motivi della perdita uditiva e di approntare una eventuale terapia per recuperare la capacità uditiva (ove possibile). L’associazione e l’esecuzione contestuale dei due esami rappresenta un validissimo strumento diagnostico per lo specialista otorinolaringoiatra, consentendogli di effettuare una diagnosi precisa e dettagliata. Ai fini del corretto svolgimento degli esami e per stabilire la corretta soglia uditiva, lo specialista effettua l’estrazione del cerume, nel caso esso sia presente.